0

Obiettivi di Sviluppo del Millennio

Lingua/Idioma: Spagnolo

DOCUMENTI Obiettivi di Sviluppo del Millennio

OSM – Obiettivi di Sviluppo del Millennio

“Lo sradicamento della povertà estrema continua ad essere una delle principali sfide dei nostri tempi, ed è una delle preoccupazioni maggiori della comunità internazionale. Porre fine a questo flagello richiederà lo sforzo con di tutti, governi, organizzazioni della società civile e settore private, nel quadro di un’associazione per lo sviluppo più forte e più efficace. Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio fissano degli obiettivi in un periodo vincolate, nel quale possono essere misurati I progressi fatti nella riduzione di povertà, fame, malattie, mancanza di un alloggio adeguato ed esclusione – mentre vengono promossi equità di genere, salute, educazione e sostenibilità ambientale. Essi incarnano anche i diritti umani basici – i diritti di ogni persona al mondo a salute, educazione, alloggio e sicurezza. Gli Obiettivi sono ambiziosi, ma fattibili, e, insieme all’ampia agenda di sviluppo delle Nazioni Unite, tracciano il corso degli sforzi mondiali per alleviare la povertà estrema entro il 2015.”

Segretario Generale delle Nazioni Unite – BAN Ki-moon

Gli Obiettivi del Millennio (“Millenium Development Goals” – MDG) sono stati elaborati nell’ambito della Conferenza del Millennio tenutasi a New York dal 6 all’8 settembre del 2000 ed approvati dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 55/2 del 18 settembre del 2000. I 189 Stati firmatari della Dichiarazione del Millennio si sono impegnati a raggiungere entro il 2015 i seguenti obiettivi:

OSM # 1
Eliminare la povertà e la fame nel mondo

Dimezzare tra il 1990 e il 2015 la percentuale di persone il cui reddito è inferiore a 1 dollaro USA al giorno; Dimezzare entro il 2015 la percentuale di persone che soffrono di fame.

Target correlati

T1 Dimezzare, fra il 1990 e il 2015, la percentuale di persone il cui reddito è inferiore ad 1 $ al giorno.

T2 Raggiungere un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti, inclusi donne e giovani.

T3 Dimezzare, fra il 1990 e il 2015, la percentuale di persone che soffre la fame.

OSM # 2
Assicurare l’istruzione elementare universale

Assicurare che, entro il 2015, i bambini in ogni luogo, i ragazzi e le ragazze, siano in grado di completare un ciclo completo di istruzione primaria.

Target correlati
T1 Assicurare che ovunque, entro il 2015, i bambini, sia maschi che femmine, possano portare a termine un ciclo completo di istruzione primaria.

OSM # 3
Promuovere l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne

Eliminare la disuguaglianza di genere nell’istruzione primaria e secondaria preferibilmente entro il 2005 e a tutti i livelli di istruzione entro il 2015.

Target correlati
T1 Eliminare le disparità di genere nel campo dell’educazione primaria e secondaria, preferibilmente entro il 2005, e a tutti i livelli educativi entro il 2015.

OSM # 4
Diminuire la mortalità infantile

Ridurre di due terzi, tra il 1990 e il 2015, il tasso di mortalità infantile al di sotto dei cinque anni d’età.

Target correlati
T1 Ridurre di 2/3 , fra il 1990 e il 2015, il tasso di mortalità infantile sotto i 5 anni.

OSM # 5
Migliorare la salute materna
Ridurre di tre quarti, tra il 1990 e il 2015, il tasso di mortalità materna.

Target correlati
T1 Ridurre di ¾, fra il 1990 e il 2015, il tasso di mortalità materna.
T2 Raggiungere, entro il 2015, l’accesso universale ai sistemi di salute riproduttiva.

OSM # 6
Combattere l’HIV/AIDS, la tubercolosi, la malaria e le altre malattie

Aver arrestato, entro il 2015, e invertito la tendenza alla diffusione di HIV/AIDS.

Target correlati
T1 Arrestare entro il 2015, invertendo la tendenza, la diffusione dell’HIV/AIDS.
T2 Raggiungere entro il 2010 l’accesso universale alle cure contro l’HIV/AIDS per tutti coloro che ne hanno bisogno.
T3 Arrestare entro il 2015, invertendo la tendenza, l’incidenza della malaria e delle altre principali malattie.

OSM # 7
Assicurare la sostenibilità ambientale

Integrare i principi di sviluppo sostenibile nelle politiche dei paesi e nei programmi e arrestare la distruzione delle risorse ambientali.

Target correlati
T1 Integrare i principi dello sviluppo sostenibile all’interno delle politiche e dei programmi dei Paesi e invertire la tendenza alla perdita di risorse ambientali.
T2 Ridurre la perdita di biodiversità raggiungendo, entro il 2010, una riduzione significativa del tasso di perdita.
T3 Dimezzare entro il 2015 la percentuale di persone che non ha accesso all’acqua potabile e agli impianti igienici di base.
T4 Entro il 2020 raggiungere un significativo miglioramento delle condizioni di vita di almeno 100 milioni di abitanti delle baraccopoli.

OSM # 8
Sviluppare una partnership globale per lo sviluppo

Entro il 2015, i 191 stati membri si sono impegnati ad espletare una serie di interventi di sviluppo, principalmente in quattro aree: cooperazione allo sviluppo, debito estero, commercio internazionale, trasferimento delle tecnologie.

Target correlati

T1 Rivolgersi ai bisogni specifici dei Paesi meno avanzati, di quelli privi di sbocco al mare e dei piccoli stati insulari in via di sviluppo.
T2 Sviluppare un sistema commerciale e finanziario più aperto, regolamentato, prevedibile e non discriminatorio.
T3 Trattare globalmente i problemi legati al debito dei PVS.
T4 In cooperazione con le aziende farmaceutiche, rendere possibile nei PVS l’accesso ai farmaci essenziali con costi sostenibili.
T5 In cooperazione con il settore privato, rendere disponibili i benefici delle nuove tecnologie, specialmente per quanto riguarda l’informazione e la comunicazione.

Dichiarazione OSM

Sito Web della Campagna OSM

Sito ONU del Progetto OSM

&nbsp
La UTL La Paz non si fa responsabile delle opinioni riportate in questa sezione, i cui documenti sono destínati esclusivamenti ad offrire un quadro tecnico ed informativo più ampio sui temi selezionati.

Leave a reply